Ripartenza del Centro Diurno di Amalfi

Escursione all’oasi per la S.I.R. di Roccadaspide
13 settembre 2021
AVVISO RICERCA PERSONALE
AVVISO RICERCA PERSONALE
1 ottobre 2021

Ripartenza del Centro Diurno di Amalfi

Il Centro Diurno di Amalfi, dopo il periodo di chiusura a causa della pandemia, finalmente ha riavviato le attività  con una  programmazione volta a soddisfare i bisogni degli utenti disabili nel contesto della comunità locale accogliente e disponibile.

Il Centro è stato inaugurato alla presenza del Sindaco di Amalfi Daniele Milano, il Presidente della Cooperativa Sociale  Gea Claudio Romano, l’Assessore alle Politiche Sociali Francesca Gargano e l’Assistente Sociale Elena Carotenuto.
Il centro è stato intitolato ad Andrea De Crescenzo, cittadino amalfitano, scomparso due anni fa, ricordato per la sua grande capacità di entrare nel cuore di tutti. All’apertura erano presenti anche i suoi familiari.
Nei prossimi mesi gli utenti avranno la possibilità di incrementare il processo di crescita e d’integrazione sociale avendo valide occasioni per sviluppare e migliorare le capacità relazionali e i legami con la comunità.
La priorità su cui si intende intervenire è un supporto sociale a sostegno della persona disabile e nella gestione del carico assistenziale da parte della famiglia attraverso un programma finalizzato all’aggregazione e alla socializzazione per favorire l’inclusione sociale, l’autonomia, il mantenimento e il potenziamento delle capacità del soggetto volte anche all’inserimento lavorativo.

La programmazione delle attività è varia e sono previste, attività educative, occupazionali, ludiche, motorie, espressive, culturali e formative e sostegno alle famiglie. Tali attività laboratoriali e ricreative saranno svolte sia a livello individuale che in gruppo e ciò risulterà utile al fine di promuovere la crescita evolutiva degli utenti in una progressiva e costante socializzazione garantendo un’assistenza specifica e continua.
Attraverso ciò si intende migliorare la “qualità di vita” e il benessere degli utenti nel proprio contesto di vita attraverso l’acquisizione e il potenziamento delle abilità personali, lo sviluppo delle capacità affettivo relazionali, il mantenimento dei livelli acquisiti e delle capacità residue.